UK: London hospital to deploy open source patient record system —

A me farebbe piacere leggere le stesse cose dette del nostro SSN. Ce la faremo mai?

According to Mr Aylward, open source might prove more suitable than commercial systems developed for the National Health Service (NHS), such as the care records programme. Instead of high costs – as ‘OpenEyes’ is free software and without licence fees – he believes that with improved efficiencies and the phasing out of paper notes, adopting the OS system could save several million pounds within three years.

One of the main goals Mr Aylward described is that of improved patient care. He explained that the patient information needed by a doctor can be stored in many different repositories, with some trusts being rumoured to have hundreds of different clinical systems in which data might be stored. He added that one of the key aims of ‘OpenEyes’ is to give the doctor access to all the data needed on one screen. 

viaUK: London hospital to deploy open source patient record system —.

Caro candidato

I pochissimi lettori di questo blog sanno che sono un sostenitore del software libero e sanno anche che mi farebbe piacere che questo fosse adottato dalle PA ovunque sia possibile. Non sono così sprovveduto per non sapere che in alcuni ambiti non sia possibile usare software libero.
Qualche giorno fa, durante una chiaccherata con Paolo Didonè nella quale dicevo a Paolo che mi avrebbe fatto piacere scrivere una lettera ai candidati alle elezioni europea a proposito del loro impegno riguarda all’uso di standard aperti e software libero e alla disponibilità a spingere verso un innovazione dei sistemi di tele-comunicazione e alle neutralità del mezzo trasmissivo, Paolo mi annunciava che Assoli stava organizzando Carocandidato 2 per le elezioni sarde. La lettera che ASSOLI chiede di sottoscrivere non contiene tutto che mi farebbe piacere i candidati si impegnassero a fare ma è un buon punto di partenza e quindi sottoscriverò la petizione associata alla campagna e invito tutti voi a farlo. Le elezioni sarde sono un test, le Europee sono il grande vero obiettivo.

Il software libero e il governo

Segnalo, anche se tutti avrete già letto PuntoInformatico, che Roberto Galoppini e Flavia Marzano hanno scritto una lettera al ministro Nicolais per chiedere come come siano stati spesi i primi 10 milioni di euro previsti per il 2007 a sostegno del software libero.

Cercherò di far aderire il maggior numero di associazioni. Anche se, piccola critica a Flavia e Roberto, se si fosse fatto prima avremmo potuto avere le firme già sulla lettera.

Per aderire mettete un commento alla notizia sul blog di Flavia Marzano.

E se la lettera non otterrà risposta come andiamo avanti? Noi cittadini abbiamo un’altro modo per interpellare il governo? Forse un numero maggiore di firme?